You are here

Tecnologie

# Tecnologie indicizzate: 24
# Scheda: 
3

Le Cellule Tumorali Circolanti (CTC) nel sangue sono considerate un marker prognostico nella cura dei tumori. Sono oggetto di ampi studi data anche la non invasività dell’analisi e le informazioni da esse ottenibili. Ad oggi, non esiste un ‘gold standard’ sulle tecniche di detection e quantificazione di tali cellule nel sangue. Esistono infatti diverse tecnologie (30-35) in fase di sviluppo, ma un solo dispositivo commerciale approvato dalla FDA e testato attraverso diversi trial clinici: il CellSearch™.

# Scheda: 
11

Ci si prefigge di standardizzare e validare un modello sperimentale utilizzato per studi di ricerca innovativi nel campo della farmacologia polmonare.

La tecnologia di riferimento riguarda l’uso di metodi in cui si riproduce l’infiammazione delle vie aeree utilizzando campioni biologici ottenuti con tecniche non invasive (espettorato, indotto, condensato dell’aria esalata, prelievo di sangue), che consentono un facile approccio del medico al paziente.

# Scheda: 
12

Questa tecnologia valuta la collassabilità delle vie aeree superiori (VAS).

Se durante una respirazione, in fase espiratoria, si provoca una diminuzione della pressione alla bocca, le VAS saranno sottoposte ad una forza che tenderà a ridurne il calibro; questa riduzione dipenderà dal grado di collassabilità. La valutazione della collassabilità è ottenuta analizzando il flusso aereo durante l’indotta riduzione della pressione alla bocca.

Titolo tecnologia:

Airborne Life Finder

# Scheda: 
13

La tecnologia si configura come un servizio che coinvolge una combinazione di misure in aria e al suolo associate ad un'appropriata modellistica fisico-matematica per rintracciare sorgenti al suolo di bioaerosols.

Le tecnologie coinvolte sono molteplici con due principali punti di forza: uno specifico campionatore di bioaerosols per piattaforme aeree leggere e lo sviluppo di una precisa catena modellistica.

# Scheda: 
22

Il test si basa su un sistema antigene-anticorpo in grado di individuare mediante immunofluorescenza la co-localizzazione delle proteine p53 e gamma tubulina nel centrosoma cellulare.

I soggetti eterozigoti mostrano la delocalizzazione di p53 dal centrosoma (p53 centrosomal delocalization: p53cd) nel 50% dei linfociti, mentre gli omozigoti la presentano nel 100%.

# Scheda: 
31

Il gruppo di ricerca CNR-IC in collaborazione con Biosensor Srl sviluppa metodi analitici innovativi ed efficienti per il controllo di parametri di qualità e di sicurezza della produzione agroalimentare.

Abbiamo realizzato biosensori e piattaforme biosensoristiche per l'analisi di componenti e contaminanti agroalimentari e/o ambientali.

# Scheda: 
35

Determinazione della presenza di micotossine di interesse agroalimentare quali tricoteceni, patulina, aflatossina e ocratossina A prodotte rispettivamente da Fusarium spp., Penicillium ssp. e Aspergillus spp..

La tecnologia prevede l’utilizzo di biosensori di tipo amperometrico home-made basati sull’inibizione dell’acetilcolinesterasi che provoca una variazione del contenuto di H2O2 prodotta.

# Scheda: 
135

Costruzione e studio di biosensori amperometrici che sfruttano l’attività ossidasica degli enzimi tirosinasi e laccasi al fine di determinare in modo selettivo la capacità inibitoria di nuovi potenziali inibitori nei confronti dei due enzimi.

Questo consente l’individuazione di inibitori selettivi per differenti target (es. melanoma, cosmesi) e in processi di melanizzazione dove sono coinvolti entrambi gli enzimi (es. cuticola di insetti).

# Scheda: 
48

Il prodotto è denominato Cardiovascular Suite e si compone di tre applicativi (studios) dedicati alla misura di diversi distretti dell'apparato cardiovascolare:

1) FMD Studio, per una valutazione funzionale dei vasi periferici;

2) Carotid Studio, per lo studio delle carotidi;

3) Pulse Wave Studio, per lo studio della rigidità vascolare.