You are here

Tecnologie

# Tecnologie indicizzate: 46

Titolo tecnologia:

SITODIET

# Scheda: 
4

SITODIET (SD) è un database/motore di ricerca utile sia per l’utente professionista che per l’utente generico che possono usarlo come strumento immediato per avere risposte in termini di integratori e di linee guida alimentari alle esigenze nutrizionali del proprio cliente o proprie. La semplicità di interfaccia rende SD, usato su varie piattaforme (app smartphone, tablet), di ampia diffusione a costi di distribuzione irrisori e con possibilità di aggiornamento scientifico continuo, (nutrizionista on-line).

# Scheda: 
6

La tecnologia proposta si basa sull’osservazione dei meccanismi endogeni che regolano l’omeostasi cellulare e, in particolare, dei meccanismi che controllano proliferazione e morte cellulare.

Dal punto di vista molecolare, l’approccio metodologico è stato costruito sul disegno di opportuni RNA per il silenziamento genico o interferenti (small interfering RNAs/siRNAs).

# Scheda: 
10

Test in vitro su cellule di sangue periferico o su cellule di espettorato indotto provenienti da pazienti con affezioni respiratorie per saggiare l’attività di specifici farmaci di interesse pneumologico (steroidi, broncodilatatori, fluidificanti, inibitori selettivi di fosfodiesterasi etc) su target molecolari tipici del contesto patologico di riferimento.

# Scheda: 
11

Ci si prefigge di standardizzare e validare un modello sperimentale utilizzato per studi di ricerca innovativi nel campo della farmacologia polmonare.

La tecnologia di riferimento riguarda l’uso di metodi in cui si riproduce l’infiammazione delle vie aeree utilizzando campioni biologici ottenuti con tecniche non invasive (espettorato, indotto, condensato dell’aria esalata, prelievo di sangue), che consentono un facile approccio del medico al paziente.

Titolo tecnologia:

Airborne Life Finder

# Scheda: 
13

La tecnologia si configura come un servizio che coinvolge una combinazione di misure in aria e al suolo associate ad un'appropriata modellistica fisico-matematica per rintracciare sorgenti al suolo di bioaerosols.

Le tecnologie coinvolte sono molteplici con due principali punti di forza: uno specifico campionatore di bioaerosols per piattaforme aeree leggere e lo sviluppo di una precisa catena modellistica.

# Scheda: 
24

E’ stato generato un anticorpo monoclonale murino (D16F7.9) che riconosce la regione extracellulare del VEGFR-1, ma non del VEGFR-2, in saggi di Western blotting; inibisce la migrazione di cellule endoteliali umane e di cellule umane di melanoma in risposta al fattore di crescita della placenta (PlGF) senza interferire con il legame del VEGF o del PlGF al recettore VEGFR-1; e possiede una marcata attività anti-angiogenica in saggi in vivo (“matrigel plug assay”).

 

# Scheda: 
28

La determinazione della struttura atomica tridimensionale di una molecola per comprendere le relazioni struttura-proprietà, è interesse di gruppi di ricerca, aziende coinvolte nella produzione di nuovi materiali e ditte farmaceutiche.

Il team dell’ IC-CNR possiede il know-how sperimentale e metodologico per caratterizzare materiali disponibili sotto forma di polveri microcristalline. Le provate competenze sono:

# Scheda: 
30

Si tratta di una tecnologia adatta a registrare microscopie a scansione in trasmissione: un pennello di raggi X duri, focalizzati tramite un’ottica opportuna, illumina in maniera seriale aree contigue di un campione, mentre un rivelatore areale posto ad un’opportuna distanza dal campione registra il segnale diffratto da ogni singola area illuminata, nel basso angolo (SAXS).

# Scheda: 
32

La piattaforma di drug screening creata con le relative infrastrutture di ricerca intende porsi come punto di riferimento per lo screening ad alta efficienza di librerie di varia natura (piccole molecole, librerie di peptidi sintetici), utilizzando sia saggi in vitro che in silico.