You are here

Titolo della tecnologia:

Introduzione nel mercato sementiero foraggero di due nuove varietà vegetali candidate alla registrazione nel Registro Varietale Italiano: Medicago polymorpha L. “Anglona” e Lolium rigidum Gaudin “Nurra”

Italian
# Scheda: 
84
Data Sottomissione: 
02/2014
Descrizione della tecnologia 

Il materiale vegetale è rappresentato da due specie: il loglio rigido (Lolium rigidum Gaudin) e la medica polimorfa (Medicago polymorpha L.), varietà costituite con cicli di selezione massale.

Nurra” (graminacea) e “Anglona” (leguminosa) sono le due denominazioni proposte al Mipaaf al fine della loro iscrizione al Registro Varietale Italiano.

Sono due specie foraggere da pascolo “autoriseminanti”, capaci cioè di produrre una notevole quantità di seme a germinabilità differita nel tempo ed in grado di garantire una lunga persistenza senza ricorrere a nuove semine.

Nelle condizioni ambientali tipicamente a clima mediterraneo, “Nurra” ha evidenziato elevata capacità di ricaccio, alta produzione di foraggio e di seme. Anche per “Anglona” sono state effettuate numerose prove di confronto con le varietà commerciali di provenienza australiana.

Anglona” si è dimostrata superiore in termini di performances agronomiche quali, produzione di foraggio, capacità di autorigenerazione autunnale e persistenza. In particolare “Anglona” presenta una fenologia spiccatamente differente, risultando più tardiva di 20-30 giorni rispetto alle varietà australiane, con una superiore tolleranza alle gelate, un più contenuto livello di semi duri e una migliore distribuzione stagionale del foraggio.

Caratteristiche e Vantaggi 

L'approvvigionamento di seme di nuove varietà moltiplicate fuori dall'Italia risulta molto spesso aleatorio in quanto soggetto alle strategie di mercato commerciali operate all'estero. Ciò è particolarmente valido per le foraggere mediterranee da pascolo moltiplicate e quindi immesse sul mercato quasi esclusivamente dall’Australia.

Le due specie selezionate, le prime in Italia, si adattano perfettamente all’impiego in sistemi foraggero-zootecnici low-input ad elevata sostenibilità e resilienza. Particolarmente in quelle aree mediterranee meno favorite a zootecnia estensiva dove l’approvvigionamento idrico risulta problematico e lo diverrà ancor di più per gli effetti del cambiamento climatico.

Inoltre, nello specifico delle leguminose (“Anglona”), è necessario porre l’accento sulla fertilità fisica e biologica conferita al suolo, il valore economico dell’azoto-fissazione simbiotica e le possibilità di impiego nell’agricoltura multifunzionale, biologica e delle aree protette.

Nel caso dell’inserimento della produzione sementiera nei sistemi foraggero-zootecnici tradizionali, già da noi sperimentato con successo, il vantaggio si estrinseca con la possibilità di ottenere una integrazione al reddito aziendale.

Mercato di riferimento 
Stadio di sviluppo della tecnologia/prodotto 
TRL: 
9
Proprietà Intellettuale
Tecnologia Brevettata: 
Si
Anno: 
2014
Pubblicità della tecnologia
Pubblicata: 
Si
Licensing out: 
Si
Validazione tecnologica/Dimostrazione
Validazione Interna: 
Si
Validazione esterna: 
Si
Validazioni Caratteristiche funzionali
Esistenza di un prototipo: 
Si
Informazioni significative
Posizionamento nel mercato 
Tecnologia trasferibile al mercato
Tecnologia trasferibile al mercato: 
Si

Analisi di fattibilità tecnico/economico/finanziaria

Tipo/Oggetto dell'Accordo