You are here

Nazionale

# Scheda: 
104

The high-risk human papillomaviruses (HR-HPVs) are the etiologic agents of cervical cancer and are associated to anal and oropharyngeal cancers. The presence of HPV infection in the mouth may increase by 20 times the risk of developing oropharyngeal carcinomas.

The E6 and E7 oncoproteins are responsible for the onset and maintenance of carcinogenesis induced by HR-HPVs. They represent appropriate targets for the development of diagnostic tools.

# Scheda: 
104

Il virus del papilloma umano (HPV) è l’agente causale del cervicocarcinoma ed è implicato in alcuni tumori anali e del cavo orale (tipi ad alto rischio, HR). Non tutte le infezioni da HR-HPV progrediscono in tumore e la capacità di rilevare la presenza del virus (‘HPV-DNA test’) non è indicativa della possibile progressione tumorale. Inoltre, la presenza di un’infezione da HPV, nel cavo orale, può far aumentare di 20 volte il rischio d’insorgenza di carcinomi orofaringei.

# Scheda: 
124

The results of tecnological research are rapresented by the identification of enzimatic activities and microorganism able to degrade contaminants in raw material and food. The identification has been performed by using both a classical microbiological approach and the analysis of Next Generation Sequencing data. Microorganism were selected based on their ability of survive and adapt to polluted environments. Growth assays and chemical and transcriptomic analysisin the presence of the pollutant were performed in order to identify the enzymes responsible for degradation.

# Scheda: 
124

I risultati di ricerca tecnologica sono rappresentati dall’individuazione di attività enzimatiche da microorganismi in grado di biodegradare contaminanti di matrici e prodotti alimentari. L’individuazione è stata effettuata sia mediante approccio classico microbiologico sia mediante analisi di dati Next Generation Sequencing. I microorganismi sono stati selezionati in base alla loro capacità di adattarsi ad ambienti contaminati.

# Scheda: 
122

Here a Silica Gelatin composite for removal of chromate from water solutions and the “in situ” conversion process of Cr(VI) to Cr(III) onto this material are described. All the fabrication details of this composite are also described. Additionally we also determine that chromate ions adsorption is not affected by the presence of sulfate ions and a slightly acidic pH conditions

# Scheda: 
122

E’ descritto un materiale contenente gelatina, silice e tensioattivo, utile come adsorbente per la rimozione di cromo esavalente da soluzioni acquose e come sito del processo di conversione del cromo esavalente in cromo trivalente. Sono inoltri descritte in dettaglio sia le fasi di preparazione che le fasi riguardanti l'applicazione del materiale.

 

 

# Scheda: 
121

Palm oil is a vegetable fat widely used in the food industry (it represents the basic component of the world's most famous chocolate and of most baked goods, cookies, cakes and snacks) and its widespread use is due to its peculiarities. Texture, fragrance, taste neutrality, the ability to lengthen the preservation of the products and maintain their chemical and physical stability even at high temperatures and, last but not least, its relatively low cost, represent some of them.  

# Scheda: 
121

L’olio di palma è un grasso vegetale diffusamente impiegato nell’industria alimentare (è presente nella crema di cioccolato più famosa al mondo e in gran parte dei prodotti da forno, biscotti, merendine e snack) ed il suo largo impiego è dovuto alle sue peculiarità: la consistenza, la fragranza, la neutralità del gusto, la capacità d’allungare la conservazione dei prodotti e di mantenere la stabilità chimico-fisica anche ad alte temperature e, non da ultimo, il suo costo relativamente basso.

Titolo tecnologia:

SANSOIL

# Scheda: 
120

ISAFOM-CNR, Perugia has recently developed an innovative procedure that can easily turn the waste resulting from olive oil mills into an excellent soil conditioner/organic fertilizer.

It is realized through a simplified static composting procedure conducted in gas-permeable bags with passive aeration of the biomass.

The technology is especially suited to the treatment of the humid pomace produced by “two phases” modern olive mills, ideally working in line with it.

Titolo tecnologia:

SANSOIL

# Scheda: 
120

L’ISAFOM-CNR di Perugia ha sviluppato un processo innovativo in grado di trasformare facilmente lo scarto dei frantoi oleari in un eccellente ammendante/concime organico.

Si tratta di un compostaggio statico semplificato, condotto in contenitori porosi con areazione passiva della massa.

La tecnologia si adatta soprattutto al trattamento della sansa umida prodotta dai moderni frantoi a due fasi, operando in linea con il frantoio.