You are here

MEDICAL DEVICE

Il laboratorio di MicroImaging a raggi X (XMI-L@b) è presente presso l’Istituto di Cristallografia del Consiglio Nazionale delle Ricerche a Bari.

Contiene strumentazione funzionale a studi morfologico/strutturali di materiali nanostrutturati, nanomateriali, dispositivi lamellari, coatings, thin films, biomateriali. Precisamente utilizza tecniche di analisi di materiali note come Small Angle X-ray Scattering (SAXS), Wide Angle X-ray Scattering (WAXS), sia in geometria in trasmissione (SAXS/WAXS) che in geometria in riflessione (GISAXS/GIWAXS), con raggi X duri (8KeV).

# Scheda: 
90

Lo sviluppo dei nuovi dispositivi avviene mediante processi biologicamente ispirati di assemblaggio, organizzazione e mineralizzazione di polimeri naturali, principalmente collagene, con nuove apatiti biomimetiche e/o drogate con ferro con proprietà superparamagnetiche per mimare la chimica e la struttura di regioni ossee e osteocartilaginee e per essere attivabili mediante segnale magnetico esterno:

# Scheda: 
89

ISTEC ha sviluppato ceramici bioinerti per protesi strutturali e superfici articolari a minima usura; corpi dentali e corone; cementi dentali; impianti endoossei osteointegrabili con rivestimenti bioattivi; compositi ceramici elettroconduttivi lavorabili per elettroerosione, EDM.

I compositi zirconia-allumina con lavorazione meccanica CAD-CAM sono usati per dispositivi odontoiatrici anche osteointegrabili attraverso l’applicazione di rivestimenti vetrosi bioattivi.

# Scheda: 
51

L’invenzione è stata così progettata e realizzata: apparecchiatura comprendente una cella d’incubazione realizzata in materiale amagnetico per la coltura di cellule procariotiche, eucariotiche, trasformate e non che presentano vari gradi di differenziamento e di cellule staminali.

Essa è inserita all’interno di un sistema espositivo in grado di generare campi magnetici ed elettromagnetici controllati e riproducibili di frequenza ed intensità idonea al trattamento delle popolazioni cellulari in modo da consentirne uno sviluppo tissutale controllato.

# Scheda: 
49

Il software messo a punto, basato su un pacchetto di computer graphics 3D molto sofisticato, permette la visualizzazione di molecole, anche molto complesse quali le proteine, con una tecnica innovativa e molto efficace.

Infatti, basando i calcoli su dati scientifici ottenuti da database internazionali, ed utilizzando formule complesse e rigorose, con BioBlender è possibile visualizzare fenomeni biologici a livello atomico, e al tempo stesso con una forte capacità comunicativa.

# Scheda: 
34

Abbiamo sviluppato, a partire da un materiale biocompatibile opportunamente funzionalizzato, un materiale macroporoso (pHEMA-Lys) che permette la neutralizzazione selettiva di eparina, un anticoagulante largamente usato durante le procedure di emodialisi per prevenire la formazione di coaguli.

Tematica: