You are here

Biosensori (per diagnostica umana, agroalimentare e ambientale)

Titolo tecnologia:

Image Inspector 1.0

# Scheda: 
106

La Stazione Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia ha sviluppato alcuni applicativi per la valutazione di parametri morfo-colorimetrici di matrici agroalimentari, mediante la tecnologia dell’analisi d’immagine. Questa permette di ottenere misure oggettive per la valutazione di proprietà fisiche relative alla dimensione e forma, ma anche ai componenti del colore e della texture degli oggetti in esame, consentendo di annullare tutti gli errori di una valutazione visiva, soggettiva e personale.

# Scheda: 
95

Il sistema telemetrico portatile, innovativo e a basso costo, è ideato per la detection e la quantificazione dei principali composti nutraceutici (principi attivi naturali che hanno una funzione benefica sulla salute umana) presenti nei prodotti ortofrutticoli.

# Scheda: 
77

Le tecniche di analisi utilizzate sono quelle elettrochimiche (voltammetria ciclica, spettroscopia di Impedenza elettrochimica, voltammetria differenziale a impulsi): sono tecniche relativamente veloci nella risposta, che non richiedono un pre-trattamento del campione e garantiscono una sufficiente sensibilità.

Titolo tecnologia:

Dye based sensors

# Scheda: 
57

Tensioattivi ionici e coloranti di carica opposta formano, in determinate condizioni di concentrazione, eteroaggregati tensioattivo/colorante caratterizzati da determinate proprietà ottiche (e chiroottiche, in caso di aggregati con tensioattivi chirali).

Le caratteristiche ottiche e chiroottiche degli aggregati sono pertubate da interazioni con lipidi, cationi di metalli pesanti, poliammine e varie biomolecole idrofobe.

# Scheda: 
135

Costruzione e studio di biosensori amperometrici che sfruttano l’attività ossidasica degli enzimi tirosinasi e laccasi al fine di determinare in modo selettivo la capacità inibitoria di nuovi potenziali inibitori nei confronti dei due enzimi.

Questo consente l’individuazione di inibitori selettivi per differenti target (es. melanoma, cosmesi) e in processi di melanizzazione dove sono coinvolti entrambi gli enzimi (es. cuticola di insetti).

# Scheda: 
35

Determinazione della presenza di micotossine di interesse agroalimentare quali tricoteceni, patulina, aflatossina e ocratossina A prodotte rispettivamente da Fusarium spp., Penicillium ssp. e Aspergillus spp..

La tecnologia prevede l’utilizzo di biosensori di tipo amperometrico home-made basati sull’inibizione dell’acetilcolinesterasi che provoca una variazione del contenuto di H2O2 prodotta.

# Scheda: 
31

Il gruppo di ricerca CNR-IC in collaborazione con Biosensor Srl sviluppa metodi analitici innovativi ed efficienti per il controllo di parametri di qualità e di sicurezza della produzione agroalimentare.

Abbiamo realizzato biosensori e piattaforme biosensoristiche per l'analisi di componenti e contaminanti agroalimentari e/o ambientali.

Titolo tecnologia:

Airborne Life Finder

# Scheda: 
13

La tecnologia si configura come un servizio che coinvolge una combinazione di misure in aria e al suolo associate ad un'appropriata modellistica fisico-matematica per rintracciare sorgenti al suolo di bioaerosols.

Le tecnologie coinvolte sono molteplici con due principali punti di forza: uno specifico campionatore di bioaerosols per piattaforme aeree leggere e lo sviluppo di una precisa catena modellistica.