You are here

Tecnologie

# Tecnologie indicizzate: 89
# Scheda: 
22

Il test si basa su un sistema antigene-anticorpo in grado di individuare mediante immunofluorescenza la co-localizzazione delle proteine p53 e gamma tubulina nel centrosoma cellulare.

I soggetti eterozigoti mostrano la delocalizzazione di p53 dal centrosoma (p53 centrosomal delocalization: p53cd) nel 50% dei linfociti, mentre gli omozigoti la presentano nel 100%.

# Scheda: 
23

Le sequenze peptidiche NYLTHRQ, che fa parte del dominio II tipo-Immunoglobulina del recettore-1 del fattore di crescita dell’endotelio vascolare (VEGFR-1) e la sua variante YLXHR, in cui X può essere qualsiasi aminoacido ma preferibilmente T (treonina), sono in grado di:

# Scheda: 
24

E’ stato generato un anticorpo monoclonale murino (D16F7.9) che riconosce la regione extracellulare del VEGFR-1, ma non del VEGFR-2, in saggi di Western blotting; inibisce la migrazione di cellule endoteliali umane e di cellule umane di melanoma in risposta al fattore di crescita della placenta (PlGF) senza interferire con il legame del VEGF o del PlGF al recettore VEGFR-1; e possiede una marcata attività anti-angiogenica in saggi in vivo (“matrigel plug assay”).

 

# Scheda: 
26

Durante la biosintesi industriale dell’antibiotico eritromicina A (ErA), per fermentazione di S. erythraeus, sono accumulati metaboliti analoghi ma inattivi di ErA (eritromicina B, ErB, ed eritromicina C, ErC), complicando i processi di purificazione ed aumentando i costi di produzione. Uno degli enzimi coinvolto in questa biosintesi è il citocromo P450 EryK, specifico verso il suo substrato naturale eritromicina D (ErD) ma non sul metabolita secondario ErB.

# Scheda: 
28

La determinazione della struttura atomica tridimensionale di una molecola per comprendere le relazioni struttura-proprietà, è interesse di gruppi di ricerca, aziende coinvolte nella produzione di nuovi materiali e ditte farmaceutiche.

Il team dell’ IC-CNR possiede il know-how sperimentale e metodologico per caratterizzare materiali disponibili sotto forma di polveri microcristalline. Le provate competenze sono:

# Scheda: 
30

Si tratta di una tecnologia adatta a registrare microscopie a scansione in trasmissione: un pennello di raggi X duri, focalizzati tramite un’ottica opportuna, illumina in maniera seriale aree contigue di un campione, mentre un rivelatore areale posto ad un’opportuna distanza dal campione registra il segnale diffratto da ogni singola area illuminata, nel basso angolo (SAXS).

# Scheda: 
31

Il gruppo di ricerca CNR-IC in collaborazione con Biosensor Srl sviluppa metodi analitici innovativi ed efficienti per il controllo di parametri di qualità e di sicurezza della produzione agroalimentare.

Abbiamo realizzato biosensori e piattaforme biosensoristiche per l'analisi di componenti e contaminanti agroalimentari e/o ambientali.